APPROFONDIMENTI

Quanto è importante il movimento regolare per una persona con il morbo di Parkinson? Ha un effetto positivo sull’efficacia dei medicamenti e aiuta a migliorare la mobilità?

Il movimento regolare giornaliero, meglio ancora, diverse volte a giorno (passeggiate, ginnastica, salire le scale, Nordic Walking ecc.), fanno parte delle misure più importanti della terapia «a lungo termine» nella malattia di Parkinson. I primi anni i sintomi motori si contrastano con la terapia farmacologica, ma con l’avanzare dell’età e della malattia, il trattamento motorio diventa importantissimo.

Il morbo di Parkinson è un disturbo del movimento. Una patologia del sistema nervoso centrale in cui gli automatismi vengono meno. Solo muovendosi si possono mantenere le abilità motorie nel tempo.